Home » Chi siamo

Piani di Valorizzazione

 

Il Piemonte e la valorizzazione territoriale

La Regione Piemonte ha attivato un processo per dare impulso all'integrazione del processo di conoscenza - tutela - valorizzazione dei beni culturali, favorendo l'organizzazione a rete di beni e attività culturali, in connessione con il contesto paesistico e cercando i possibili rapporti operativi con gli operatori economici, dell'accoglienza e, in primis, del settore enogastronomico. Per raggiungere questo obiettivo ha previsto azioni di sostegno che non riguarda la realizzazione di interventi materiali sul patrimonio culturale, per i quali si rimanda ai canali di finanziamenti specifici, ma è rivolto esclusivamente alla valorizzazione del patrimonio culturale attraverso azioni di progettazione condivisa, di rafforzamento delle reti relazionali tra gli operatori, di coinvolgimento di nuovi attori, di coordinamento e di organizzazione delle risorse esistenti. Questa azione si traduce nell'attivazioen di Piani di valorizzazione territoriale che si distinguono per i seguenti aspetti:

- la valorizzazione del patrimonio culturale, materiale e non, occupa un ruolo centrale ma non esclusivo. I Piani di Valorizzazione territoriale lavorano nella prospettiva di integrare tra loro tutte le risorse e le potenzialità del territorio: naturalistiche, paesaggistiche, sociali e economiche (artigianato, agroalimentare, servizi);

- i Piani di Valorizzazione territoriale sono costruiti attraverso processi partecipativi ed inclusivi: rappresentano, in altre parole, reti aperte all'adesione di nuovi soggetti qualora in coerenza con gli obiettivi e la strategia adottata.

- i piani di valorizzazione territoriale si configurano come un processo confederativo in cui i singoli aderenti mantengono la loro autonomia organizzativa, gestionale ed operativa;

- stretta sinergia tra enti pubblici, associazioni, proprietari dei beni culturali e comunità locali. Rispetto ai temi dello sviluppo turistico, i Piani di Valorizzazione forniscono il proprio contributo attivando processi di gestione in rete del patrimonio culturale (beni e attività), cercando di agevolare il dialogo con gli operatori economici ed il loro coinvolgimento in progetti di valorizzazione integrata, promuovendo il territorio verso forme di turismo dolce e sostenibile.

I Piani di Valorizzazione raggiungeranno i loro obiettivi non solo in funzione della qualità del progetto e della rilevanza del territorio prescelto, ma anche in funzione della qualità delle relazioni e dei legami sociali preesistenti o che si creeranno tra i vari soggetti culturali, istituzionali e privati, del territorio, che parteciperanno in maniera diretta alla progettazione e alla realizzazione della rete.

Il processo dei Piani di Valorizzazione mira dunque a una triplice integrazione:

- intersettoriale, tra sistema culturale, contesto paesistico e operatori economici del settore turistico, della produzione enogastronomica e artigianale;

- interna, gestionale e di servizi comuni dei beni e delle attività culturali (apertura, manutenzione, comunicazione ecc.);

- esterna, standard di qualità nell'accoglienza del pubblico, piani di comunicazione e promozione comuni, calendario eventi coordinato.

La scelta di quale rete intessere o delle modalità della sua implementazione deve essere perseguita a livello territoriale, adottando il grado di formalizzazione e di strutturazione che sarà considerato più congruente. La gestione e il coordinamento dei Piani finora sperimentati in Piemonte è avvenuta senza prevedere la creazione di nuovi enti e organismi, ma puntando su un modello di partecipazione diretta e volontaristica di attori diversi, che, condivi le linee progettuali del piano di valorizzazione sottoscritte in un protocollo d'intesa. Non è escluso che in futuro emergano anche bisogni di integrazione maggiormente formalizzati, che conducano ad altri modelli gestionali dei Piani. I Piani possono essere perseguiti e realizzati attraverso l'attivazione di servizi associati nel campo della valorizzazione culturale, anche se è necessario prevedere una delega differente rispetto a quella conferita a uno specifico servizio tecnico associato: la valorizzazione culturale funziona solo se esistono partecipazione e coinvolgimento della comunità locale in direzione di un set di obiettivi strategici esplicitati e condivisi.

Oggi i Piani attivati sono ben 32 dei quali 12 in ambito urbano e 2 a regia delle provincie del Piemonte e saranno presto visionabili sul sito web della Regione Piemonte.

In questo contesto si è collocato il Piano "PO&COLLINA TORINESI. IL SISTEMA INTEGRATO DI PROMOZIONE DEI MARCHI "PO CONFLUENZE NORD OVEST" e "STRADE DEI COLORI E DEI SAPORI" con capolfila il Parco del Po torinese in partenariato con la Provincia di Torino, che ha candidato un programma di cooperazioen fra i marchi Po Confluenze Nord Ovest e la Strada dei Colori e dei Sapori della Collina torinese. Questo piano ha in CollinaPo.it il suo canale comunicativo web di promozione e resoconto delle sue attivtà sul territorio.
 
 
Quando
«    Febbraio 2017    »
L
M
M
G
V
S
D
 
 
1
2
3
5
6
7
8
9
10
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28